Compagnia teatrale amatoriale di Rosciano

Filmati

 

2017 - Ste matrimoni en s'ha da fa

Ste matrimoni en s'ha da fa
Ste matrimoni en s'ha da fa

Prevendita:
GIOVEDI' 2 e VENERDI' 3 FEBBRAIO 2017 DALLE ORE 16:00 ALLE ORE 19:00
SABATO 4 e DOMENICA 5 FEBBRAIO 2017 dalle 09:00 ALLE 12:00 E DALLE 16:00 alle 19:00
Posto Unico € 12,00
Tel 0721 1835218 - 331 4039086

Chi di noi, nella sua vita, non ha dovuto fare i conti, almeno una volta, con I promessi sposi di Alessandro Manzoni? Un romanzo cardine della letteratura italiana e soprattutto un punto fermo in ogni programma scolastico che si rispetti. E a prescindere dai sentimenti (più o meno amorevoli) che l’opera ha potuto suscitare nei nostri animi di studenti, non si può negare che personaggi come Don Abbondio, Don Rodrigo, Agnese, la Monaca di Monza siano entrati a gran forza nell’immaginario collettivo. Da qui nasce il nostro spettacolo, dalla voglia di confrontarci con questi miti letterari con lo spirito giocoso e ironico che da sempre ci contraddistingue, servendoci della fantasia e di quei trucchi che il grande gioco del Teatro mette a nostra disposizione. Accompagneremo Renzo e Lucia nel loro viaggio, in un turbinio di avventure, equivoci e incontri molto particolari. Riusciranno i nostri poveri promessi sposi a convolare a giuste nozze? Noi intanto vi invitiamo tutti alla cerimonia, anche se qualcuno in giro dice che… Ste matrimoni en s’ha da fa!!!
Alice Guidi

Liberamente tratta da I Promessi Sposi e adattata in dialetto fanese da Stefano Guidi e Alice Guidi, la commedia Ste matrimoni en s'ha da fa, andrà in scena il 6, 7, 8 e 13 febbraio 2017 alle ore 21:15 al Politeama di Fano per la regia di Alice Guidi.




Personaggi ed interpreti in ordine di apparizione

Nadia / Donna Prassede: Maria Grazia Mea
Sandro / Nibbio: Filippo Giraldi Petrolati
Cesare / Tiradritto: Stefano Bernacchia
Professoressa: Rachele Maria Puglisi
Griso: Fausto Volpini
Squinternotto / Avvocato Azzeccagarbugli: Massimo Molo
Conte Attilio: Simone Della Volpe
Don Abbondio / Innominato: Filippo Guidi
Perpetua / Monaca di Monza: Mariella Longarini
Lucia Mondella: Nicoletta Roberti
Tonia / Suora: Chiara Fanesi
Gervasia ed altri: Giorgia Vegliò
Renzo Tramaglino: Christian Cursini
Agnese: Vittoria Lettieri
Don Rodriguez / Ferrante: Fernando Guidi
Padre Christopher: Giovanni Guidi
Inviato: Davide Cecchini
e con:
Lorenzo Borione, Rebecca Giacomelli, Irene Guidi, Vanessa Marangoni, Francesca Tinti, Letizia Marcantognini, Gianluca Gresta, Daniele Bonci, Stefano Bonci

Movimenti coreografici: Alice Guidi e Nicoletta Roberti
Adattamento canzoni: Massimo Molo
Costumi: Angela Lettieri, Officina Operà, Dea Massi, Emanuela Scarpetti, Vera Serenella Diambri
Acconciature: Acconciature unisex Paola e Catia
Tecnici del suono: Leonardo Guidi, Alessio Guidi
Tecnico delle luci: Emanuele Bracci
Realizzazione scene: Claudio Cursini, Christian Cursini, Filippo Giraldi Petrolati, Thomas Cursini
Service luci: Backstage
Hanno collaborato: Giuseppe Mazzi, Faele Giacomelli, Fiorenzo Rupoli

La bella illustrazione scelta per la locandina della prossima commedia de Il Guitto è opera di Gaia Marfurt.
Gaia è un'affermata illustratrice specializzata in editoria per ragazzi; visitate il suo blog gaiamarfurt.blogspot.it.

Commenti (0) 05.01.2017. 14:25

<< Prima < Precedente [1 / 5] Successiva > Ultima >>
seguici seguici seguici

Twitter

A Emanuele

    Abbiamo perso un amico. Un grande amico che ha condiviso con noi per oltre trent'anni la passione per il teatro. Il vuoto che lascia è incolmabile.

    Ci mancheranno la sua bravura e la sua comicità, ma non sono le cose più importanti; ci mancherà la sua allegria contagiosa e sempre pronta a sdrammatizzare tutto.

    Ci mancherà la sua disponibilità (c'era da andare alla radio a fare uno spot o un'intervista, c'era da dire due parole sul palco, da leggere una poesia, da scrivere una canzone lo chiedevamo ad Emanuele e lui non si tirava mai indietro).

    Ci mancherà la sua travolgente vitalità.

    Niente per noi sarà più come prima perchè con Emanuele se ne va una parte importante del nostro gruppo.

    Pensare che le emozioni per un debutto, i nostri riti sul palco, le fatiche delle prove, le discussioni per la scelta di un testo e la gioia per uno spettacolo riuscito, sono cose che non potremo più vivere insieme, ci dà un'infinita tristezza, ma accanto a questo, le esperienze vissute e l'amicizia che ci ha legato in questi anni sono un patrimonio che ognuno di noi porterà con sè e nessuno ce lo potrà togliere.

    Ciao Emanuele

T'arcordi el varietà? Foto di Flavia Mei

Extra

    sponsor